• scissors
    gennaio 28th, 2015StaffNews

     

    toilet_logo

    Buonasera a tutti!

     

    Torniamo a scrivervi dopo una luuuuuunga notte in uno dei nostri locali preferiti, il Toilet Club!

    Amore che è ricambiato, data la frase del secolo: “io quelli di Ala non li lascio mai tranquilli!”.

    Luuuuunga notte dicevamo, non tanto per gli orari del locale (a cui siamo abituatissimi! XD), quanto per la quantità di persone che ci è venuta a trovare!

    Molte interazioni interessanti e una donazione per sostenere il nostro ottimo lavoro (in moneta sonante)! Ringraziamo per la generosità, ma se volete sostenerci, questa è la strada giusta: http://www.alainrete.org/sostienici.html

     

    In ogni caso, veniamo a noi: una conversazione interessante ha trattato il tema di come ci si sente quando si è oltre il limite. Chi ha un tasso di 1.0, può sentirsi a suo agio nel guidare? La risposta è sì. Anzi, con un grande sforzo di concentrazione, potreste anche sentire di essere più attenti a come guidate. Andrete più piano, e ci metterete più concentrazione in quello che fate. La sensazione è buona. Ma significa che guidate meglio? Forse no. Non solo ci sono effetti indipendenti da come uno regga l’alcol (anche se siete il cugino di un folletto portafortuna irlandese particolarmente propenso all’alcol), ma la realtà dei fatti è che per quanto piano andiate, per quanto vi possiate sforzare (e già il fatto che dovete sforzarvi tantissimo dovrebbe darvi qualche indicazione di come state davvero), non sarete al 100%. E già può essere pericoloso guidare se non siete al meglio. Figuriamoci se siete al 50, al 30 o al 15%.

    Un buon esempio lo trovate qui: http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/262303/torielli-fisichella-alcol-e-guida-sicura.html (e scommetto che voi non correte in F1!!!)

     

    Quindi, attenzione all’alcol, perché vi farà sentire più sicuri di quanto non siete veramente!

     

    Alla prossima! Questa settimana esploriamo nuovi lidi: ci vediamo ai Magazzini Generali!

    Tags: , , ,
  • scissors
    dicembre 30th, 2014StaffNews

    capodanno-2015-in-piazza-a-salerno_157991Ciao ragazzi!

    Torniamo a scrivervi dopo luuungo tempo a causa dei numerosi impegni! Sicuramente ci avrete incontrati qualche volta durante questi mesi estivi – e non – in giro per Milano!

    Ci faceva piacere augurarvi un buon Natale (in rigoroso ritardo) e un felice 2015 (in rigoroso anticipo)!

    Com’è stato per voi questo 2014? A noi ha portato grande fatica, ma anche grandi soddisfazioni… Un anno da ricordare!

    Speriamo che sia andata bene anche a voi… Ma perché farci vivi a capodanno?

    Beh, che domande, perché a capodanno si esagera! E fin qui, potremmo anche starcene buoni… Ma oltre ad esagerare, molti di voi si potrebbero mettere alla guida… Meglio evitare!

    Anche perché multa, ritiro patente e conto del carrozziere non sarebbero un buon modo di iniziare il 2015, no? :D

    Cerchiamo allora di ricapitolare come divertirci SICURAMENTE:

    1) Fatevi un bel cenone, mangiate tutte le portate, esagerate con cotechino e lenticchie! A stomaco pieno l’assorbimento dell’alcol è più lento, quindi a parità di bottiglie di vino bevute in compagnia il vostro tasso alcolico sarà più basso.

    2) Se dovete bere molto, fatelo a inizio serata. Eccettuato il brindisi di capodanno, non bevete troppo tardi. In questo modo, darete tempo al vostro corpo di smaltire l’alcol in eccesso… Si può bere, attendere, e guidare in sicurezza.

    3) Se state troppo male, non guidate. Potete dormire in loco (anche se qualche casa sarà piena di gente) o tornare con mezzi pubblici e taxi. Attenzione al car sharing: se qualcuno pensava di prendere l’auto a noleggio per salvare la propria, tenga a mente che in alcuni casi anche solo essere fermati per un controllo alla guida di un’auto “noleggiata” comporta penali considerevoli!

     

    Detto questo, buon divertimento! E se avete qualche dubbio sul tema alcol e droghe, non esitate a contattarci!

     

    Buon anno da tutto lo staff di Ala Milano!

    Tags: , , , ,
  • scissors
    maggio 19th, 2014StaffNews

    Roulette

    Ciao a tutti ragazzi, bentornati!

    Un rapido racconto di quanto successo questo weekend: prima una serata très chic in Corso Como, ospiti dell’Eleven… E sabato una serata più ruspante, in fiera a Cornaredo!

    Ma non preoccupatevi, nonostante la grande differenza tra le serate, non sono mancati gli spunti interessanti!

    Chi vince questa volta? Palma ex-aequo a un ragazzo e una ragazza (così non facciamo torti a nessuno!).

    Arriva da noi un ragazzo che vuole fare l’alcol test… Non ha bevuto tantissimo, ma abbastanza da dover aspettare un’oretta prima di guidare. “No, non aspetto” – Il nostro cuore si spezza! Perchè?!? Percheeeeeèèè?. “Faccio guidare la mia ragazza, lei non ha bevuto!” – Aaaaaah! Anche questa è una strategia vincente! Visto? A volte paga non voler fare a tutti i costi il macho… Vi salvate sia voi che la vostra patente!

    Ma arriviamo alla donzella vincitrice… Si avvicina e ci tempesta di domande, è molto affascinata dal nostro lavoro (e chi non lo sarebbe, ci chiediamo??). Chiede se la gente ha bevuto, se si fermano, quanti anni hanno i “nostri” ragazzi…

    E insomma, quella sera un pò hanno bevuto. Ma non basta, qualche sera c’è chi beve 6-7 drink e vuole guidare comunque.

    “Davverooo?” – E’ incredula. “Sono proprio scemi, perchè rischiare la vita quando con 10 euro puoi prendere un taxi e tornare a casa? E anche se abiti fuori, un modo lo trovi…”. Dobbiamo davvero commentare?

     

    Alla prossima!

     

    P.s. Menzione d’onore per il trio di ragazzi che totalizza 7 ritiri di patente in 3: quando si dice che uno non impara dai propri errori!

  • scissors
    maggio 11th, 2014StaffNews

    “Quanto possiamo essere artefici del nostro destino?”

    Questa è la prima di una serie di domande che sintetizzano la fresca serata che abbiamo trascorso al Frida venerdì 9 maggio.
    È stata una serata molto interessante e ricca di spunti, grazie alle chiacchierate che abbiamo avuto con i molti ragazzi che si sono calati bene nella parte di chi, nonostante il week end, ha voglia di confrontarsi rispetto a tematiche meno scherzose e di interesse collettivo.
    Come riportato qualche riga sopra, una delle domande più rappresentative della  serata è proprio in che termini un individuo possa attivamente influire nella costruzione del proprio futuro, anche immediato. Il dilemma è sorto dopo che un ragazzo ci ha detto: “Fintanto che non mi beccano, continuo a guidare oltre i limiti. Al resto ci penserò il giorno in cui succederà.”
    Il problema sta nel fatto che con lo 0,82 (il valore che aveva il ragazzo) si rischiano da sei mesi ad un anno di tempo per pensarci, con le chiavi della macchina lasciate in un cassetto di casa a prendere polvere. Puntualmente poi i rimpianti si presentano con gran facilità. Lasciando stare le blasfeme imprecazioni contro leggi e forze dell’ordine, si finisce per chiedersi: “Ma cosa avrei potuto fare per evitare tutto ciò? Alla fine ero fuori di solo dello 0.3, avrei potuto bere una birra in meno”.
    Esatto “avrei potuto”. Queste due parole implicano la possibilità di intervenire direttamente sulla nostra vita, con delle scelte, con delle decisioni. Affidarsi al caso vuol dire stare a guardare, non intervenire, non vivere. Anche se il rischio è allettante, farsi passare a prendere a casa non è altrettanto intrigante. Il fato delle volte ci sorride, altre volte indossa l’armatura di un giustiziere implacabile.

    “Se ti fai una birra quando sei in hangover, dopo mezz’ora ti senti meglio”

    Questa è stata la scoperta di un ragazzo durante una vacanza a suo dire devastante. Ha definito questa soluzione “rimedio della nonna” al pari del cucchiaio di brendy che si beveva per curare l’influenza intorno alla metà del secolo scorso. Durante la vacanza, il nostro amico dopo essersi svegliato ha bevuto una birra nonostante i postumi della serata precedente.
    In questo caso bisogna essere un po’ delicati. Occhio perché quando si è in hangover l’alcol non si riesce nemmeno ad annusare…Forse un brodo caldo, una tazza di tè o una banana sono più adatti la mattina dopo; inoltre questi sì che possono essere definiti “rimedi della nonna”.

    “Quando sono ubriaco e non ce la faccio a guidare mi fumo una canna e mi ripiglio. La canna mi mette nelle condizioni di essere attento al volante, ma credo che funzioni solo con me”

    Ognuno di noi ha sognato di avere superpoteri da bambino, ma nessuno li ha mai avuti realmente. Siamo speciali per altri aspetti della nostra esistenza, non per gli effetti che le sostanze hanno sul nostro corpo. Mescolare due sostanze come alcol e erba, entrambe “anestetiche”, fa si che gli effetti si sommino, quindi l’attenzione precipita, come diminuiscono i riflessi. Gli effetti dell’erba non possono annullare quelli dell’alcol.

  • scissors
    aprile 13th, 2014StaffNews

    articolo31

    E torniamo a raccontarvi le nostre avventure dopo l’ultima, impareggiabile volta… Torniamo all’Alcatraz!

    Fumo passivo a parte, grande serata… Abbiamo rivisto tanti di voi, e tanti si sono informati PRIMA di quanto potevano bere, per non trovarsi POI nei guai. Tanto per farvi capire perché abbiamo scelto questo nome per il sito! :-P

    Ma veniamo all’utenza… Variegata, come al solito, con una punta di filosofico… Un ragazzo ci ha detto che quando si usano sostanze, è tutta una questione di paura e mentalità, e che il consumo diventa problematico nel caso in cui la mente non sia libera… Altrimenti “stai tranky”!

    A parte l’apprezzabile citazione di J-Ax, davvero consumare non è un problema se hai la mente libera? Che ne pensate? Noi crediamo che il consumo sia sempre rischioso, ancora di più se la mente è troppo libera. Consumare non è bene, ma non chiedersi perché lo fai e perdere la consapevolezza di quello che stai facendo peggiora solo le cose. Citando sempre J-Ax: “Di voglia di parlare ne ho MOLTA, ma è inutile parlare se nessuno ASCOLTA”. Noi vi ascoltiamo.

    Per la stessa persona, l’alcol non era fondamentale per divertirsi con gli amici, ma era necessario. Una mente diventata troppo libera? Leggiamo un dizionario, please! Fondamentale e necessario sono sinonimi… E in questo caso, se devi per forza bere per divertirti con gli amici… Forse è meglio che cambi amici!!

    Ma concludiamo con una nota leggera, e spieghiamo il titolo del post. Proprio in chiusura un ragazzo è passato davanti a noi e ci ha salutato così: “Buonanotte anche a voi ca**o, che siete sempre qui per noi!” Queste sono soddisfazioni!   :lol:

    Buonanotte a tutti voi… Che siete qui per noi!!!

    Alla prossima!

  • scissors
    aprile 7th, 2014StaffNews

    Ciao a tutti! Dopo un doveroso recupero, arriviamo per raccontarvi le nostre ultime avventure!

    Ieri serata al Papaya a tema anni ’90, diciamo che è stata una serata strana! Abbiamo fatto incontri interessanti, e abbiamo foto per testimoniarlo!!

    IMG_0410

    Un saluto ai Belli e Impossibili!  :-D

    Ma veniamo a noi! Anche ieri siete passati in tanti alla nostra postazione, e molte facce conosciute! E’ bello rivedervi a distanza di tempo, ed è ancora meglio se ci fate vedere che il nostro intervento non è stato vano! Alcuni di voi sono bravi, imparano da una volta all’altra e riescono a gestirsi la serata in modo migliore, divertendosi senza correre rischi quando è il momento di guidare…

    Qualcun altro… Un po’ meno! :twisted:

    Ma riusciremo a far diventare responsabili anche voi, è una promessa (e una minaccia ;-) )!

    Tra quelli che imparano, c’è anche una ragazza… Aveva bevuto, e non guidava. Ci ha anche detto che lei non accetta passaggi nemmeno dagli amici, perché se bevono non si sente sicura. Brava! Perché dovete rischiare perché qualcun altro ha bevuto troppo? Non andateci di mezzo voi!

    E, visto che il tema è ritornato ieri sera, non rischiate con un Mon Cheri! E’ una leggenda metropolitana, tipo il coccodrillo bianco delle fogne di New York! Se mangiate prima e passate qualche ora nel locale in cui volete fare la serata, potete permettervi anche un paio di cocktail a inizio serata senza andare oltre al limite… Non ci sono scuse!

    Divertirsi sicuramente… Si può!

    Alla prossima settimana, vi aspettiamo Venerdì all’Alcatraz!!

  • scissors
    marzo 30th, 2014StaffNews

    Ciao a tutti ragazzi, come state??

    Noi tutto ok, e oggi vi raccontiamo cos’è successo nel nostro weekend di uscite!

    Dopo lunghiiiisimo tempo, siamo finalmente riusciti a entrare in locale che puntavamo da tempo, il Jazz Cafè in zona Arco della Pace. Finalmente! Ala conquista nuovi territori! Grande accoglienza, e una bella postazione per noi.

    Siete anche venuti in tanti l’altra sera, ci ha fatto molto piacere iniziare col botto!

    Cosa c’è da raccontarvi? Diciamo che vi mettiamo in guardia, questa volta. MAI scommettere contro di noi. Perché perderete sempre! :-D

    Dopo aver avvicinato un ragazzo, è partita la sfida: “Farò l’etilometro, ma scommetti che sarò sotto il limite per guidare?”. Vediamo. “Cosa hai bevuto?”. “Due drink”. “Hai mangiato?”. “No”.

    Parte la scommessa, con la certezza di vincere… Salta fuori che ai due drink si era aggiunta una birra…

    Risultato? 0,75, non si guida! Vince Ala! Ma cosa ci ha dato la certezza della vittoria?

    Due drink non necessariamente sono troppi. In molti casi, potrete permetterveli senza problemi, specialmente se decidete di passare un paio d’ore nel locale. La certezza è arrivata dopo aver saputo dello stomaco vuoto! In questo caso, basta un solo drink per uscire dal limite di 0,5. Quindi, prima della serata, mangiate sempre! Potrete divertirvi di più, e più in sicurezza! E una bella mangiata fa sempre piacere!

    Ci vediamo presto, al Jazz Cafè e in tutti i nostri “classici” locali! ;-)

    Buon divertimento!

  • scissors
    marzo 24th, 2014StaffNews

    Ciao a tutti, bentornati nel nostro blog in questo primo weekend primaverile (anche se non si direbbe)!

     

    Questa volta vi raccontiamo della nostra ultima avventura, l’uscita in un locale che per noi è un pò come casa, l’Alcatraz!

    Anche l’altra sera vi siete fermati in tantissimi, e ci ha fatto molto piacere! Ma quali accadimenti vi raccontiamo questa volta?

    Primo fra tutti: ragazzi, fumate meno nei locali! Anche il nostro etilometro è andato in crisi respiratoria a un certo punto! Non gli volete bene? Se non smettete per voi, smettete per lui!

     

    Secondo: vi spieghiamo che rapporto abbiamo con la Polizia.

    E’ successo che un ragazzo, dopo un paio di domande del questionario, ha detto “Ma se rispondo a tutte queste domande sai chi sono e poi passi i miei dati alla polizia, l’etilometro non lo faccio!”. Alt! Niente di più sbagliato!

    Le domande che vi facciamo, anche se sembrano un pò strane, sono pensate per mantenere il vostro anonimato! Nessuno sa che vi siete fermati da noi! tantomeno noi passiamo i vostri dati alla Polizia… Siamo dalla vostra parte, per noi una patente salvata è una festa!

    Dovete però seguire i nostri consigli: se siete oltre il limite, aspettate o passate le chiavi a un amico… Un ragazzo molto oltre il limite (facile per lui, era neopatentato!!) ha detto: “Io guido lo stesso, spero che non mi fermino!”.

    Ragazzi, in quel caso è inutile che vi fermiate da noi, cominciate a chiedere la grazia a San Cristoforo, patrono degli automobilisti!

    Vale davvero la pena di rischiare soprattutto se, come in questo caso, la vostra fidanzata non ha bevuto nulla e può guidare in sicurezza?

    Non ci sono modi migliori per fare i macho che beccarsi 6 mesi di carcere? :-D

     

    Alla prossima ragazzi!

  • scissors
    marzo 18th, 2014StaffNews

    “Sto per dirti una cosa che probabilmente ti sconvolgerà, una cosa che la maggior parte degli esseri umani non crede sia possibile. Non sarà facile per te. Cosa scegli? Pillola rossa o pillola blu?”

    Queste sembrano le parole del film Matrix, ma recentemente non le ho sentite al cinema o alla televisione di casa durante una serata di noia. No, niente affatto. Me le ha sbattute in faccia la versione milanese di Morpheus, probabilmente intento a cercare il successore di Neo. Il nostro Morpheus, in incognito, senza la sua tipica lunga giacca di pelle, era al Frida venerdì, per trascorrere una piacevole serata primaverile all’aperto. Appena abbiamo terminato l’allestimento dello stand, lui si è avvicinato per mettermi alla prova. È vero, all’inizio abbiamo parlato anche di alcol e di quegli aspetti che gli stanno più a cuore, ma nel mentre devo aver detto qualcosa che lo ha rassicurato, facendogli pensare che fossi la persona giusta, il prescelto.

    “Pillola rossa o pillola blu? Allora cosa scegli?”

    Io, che delle bugie rassicuranti non me ne faccio nulla, ho scelto la pillola rossa senza indugiare. Non vedevo l’ora di venire a conoscenza della verità, quella che avrebbe per sempre cambiato le mie prospettive.

    Volete sapere anche voi di che cosa si tratta? Siete sicuri di voler conoscere la verità?

    Dopo aver fatto l’alcol test, per non dare troppo nell’occhio, Morpheus mi guarda dritto negli occhi. Beve un sorso del suo drink, mi saluta e se ne va, dimenticandosi di rivelarmi la straordinaria verità. Poco male, c’è sempre tempo per  conoscerla.

    Welocome to the (sur)real world.

  • scissors
    marzo 9th, 2014StaffNews

    Buongiorno e bentornati nel nostro blog!

    Oggi vi raccontiamo della nostra uscita di ieri al Papaya, in occasione dell’8 Marzo.

    Cominciamo quindi con gli auguri a tutte le donne (anche se un po’ in ritardo)! :oops:

    Ma è stato un 8 Marzo particolare, perché si è accompagnato al Carnevale. Molti travestimenti, alcuni dei quali immortalati per sempre nelle foto che trovate nella nostra pagina Facebook!

    Lo ammettiamo, il nostro idolo della serata è quel ragazzo che si è vestito da omino di Lego!

    Bacchettiamo invece le ragazze: conigliette a perdita d’occhio! Donne, va bene che le conigliette sono carine e coccolose, ma un po’ di fantasia! Pasqua è tra un mese!

    Ma veniamo a noi. Abbiamo due cose da raccontarvi.

    1) Il momento tragico: Sappiamo di essere molto efficaci, e che le nostre parole vi colpiscono, scatenando attimi di dubbio esistenziale e, talvolta, di pentimento. Ma uno svenimento non ci era mai capitato! Ebbene sì, capita anche questo durante le nostre uscite! Un povero ragazzo, qualche minuto dopo aver fatto l’etilometro con noi (con un valore basso, tra l’altro), è cascato a terra proprio davanti alla nostra postazione. Per fortuna si è ripreso subito!

    Ragazzi, sappiamo che incontrarci è una grandissima emozione, ma cercate di resistere! Non vogliamo avere nessuno sulla coscienza! ;)

    2) Il momento comico: C’è qualcuno che rimane attaccato ai dolci ricordi. Alla domanda “Sei neopatentato?” un ragazzo di vent’anni ha risposto: “No, io l’ho presa col vecchio ordinamento!”. Dopo un attimo di confusione, l’illuminazione: Ma è dieci anni che si è neopatentati per i tre anni successivi al conseguimento della patente! Echheè, hai cominciato a guidare a 10??

    Ragazzi, lui non era convinto, ma voi fateci attenzione: per i neopatentati il limite è 0, zero, cero, noll, nul, núll, nula, nolla, nulle, nulis, insomma: se bevete e non aspettate abbastanza, siete a rischio!

     

    Fate i bravi, almeno finché non c’incontreremo nel prossimo locale!

  • « Older Entries